Asos | Tutte le Migliori Offerte Black Friday

Attività Black Friday

Tra gli store online che più stanno sorprendendo in questi ultimi anni, nell’ambito “fashion/beauty”, l’esempio più interessante è quello di Asos. Il brand di distribuzione online di oltre 850 marchi internazionali ha impostato un Black Friday 2016 all’insegna del ribasso a tutti i costi.

L’intenzione di Asos era quella di promuovere un risparmio generalizzato su tutti gli articoli in vendita nello store online. Così, concentrando lo sforzo su tutti i reparti, compreso quello outlet, Asos è riuscito ad attirare l’attenzione degli shoppers che hanno passato l’intera giornata alla caccia dell’articolo giusto.

Per i prodotti in vendita nello store, Asos ha impostato, a partire dalla mezzanotte del 24 novembre, tutti gli articoli con prezzi al ribasso di oltre il 20%, ma i veri affari erano negli articoli dell’outlet, venduti al pubblico con ribassi fino al 70%.

Storia

La storia dello store online Asos parte dall’anno 2000, quando Nick Robertson e Quentin Griffiths decisero di creare la AsSeenOnScreen Limited, che in pochi anni divenne meglio riconoscibile come Asos.

Un tipo di caratteristica che indirizzò anche quelle che furono le scelte del logo, che perse i caratteri classici del semplice acronimo con maiuscole per diventare più leggibile e riconoscibile soprattutto su internet.

Un tipo di scelta che ebbe ripercussioni anche sull’attuale logo del gruppo, che dal 2008, con il lavoro dell’artista Ben Lewin, si presenta con le lettere minuscole non da classico acronimo.

Le principali attività di Asos sono sempre state incentrate sulla vendita di prodotti di abbigliamento e scarpe, così come fu in origine, con una minore volume di prodotti beauty ed accessori in generale.

Prodotti che vennero rivalutati con il tempo e che oggi compaiono in grandi quantità sul sito dello store. Oggi l’attività può contare su un supporto tra uffici e customer care department piuttosto tentacolare, ma il quartier generale del gruppo è sempre situato nel fantasioso e pieno di vita quartiere di Camden Town.

La storia umana di Asos, invece, è legata alle idee del suo fondatore, Nick Robertson, che ha rappresentato la spina dorsale del gruppo per circa 15 anni, dal 2000 al 2015. Un periodo lungo il quale Asos è diventato un punto di riferimento mondiale dello shopping online praticamente in tutto il mondo, con un numero di impiegati che ormai viaggia costantemente sopra quota 4000 e che promette di crescere nei prossimi anni.
I numeri parziali per questo 2016 fanno di Asos un gruppo in crescita ed in piena salute. I ricavi a metà dell’anno hanno mostrato una crescita che sfonda il tetto del 25%, da 1.143 milioni del 2015 a 1.445 milioni odierni, con prospettive di crescita importanti per il futuro.